Certificazione KOSHER

IL CONTESTOLa Norma
KOSHER

Ogni anno si consumano prodotti certificati kasher per oltre 150 miliardi di dollari solo negli Stati Uniti e il loro consumo continua ad aumentare sia in Europa che in Israele. Il mercato dei prodotti certificati kasher non consta solo di Ebrei che osservano le norme alimentari ebraiche ma anche di Mussulmani e milioni di individui vegetariani o che soffrono di intolleranza al lattosio. E' opinione condivisa tra gli esperti di marketing che con la certificazione alimentare kasher i clienti si sentono tr anquilli perché i prodotti vengono controllati e soddisfano alti standard di qualità.
CERTIFICA IL SISTEMA DI GESTIONE

I vantaggi della
Certificazione KOSHER

Le leggi dell'alimentazione ebraica (kasherut) derivano dalla Bibbia e sono dettagliate nel Talmund (uno dei testi sacri dell'ebraismo) che, insieme ad altri codici delle tradizioni ebraiche, è considerato trasmissione della Torah. La Bibbia elenca le categorie di cibi che non sono kosher, tra cui alcuni animali, uccelli e pesci (come il maiale e il coniglio, l'aquila e la civetta, il pesce gatto e lo storione), la maggior parte degli insetti e qualsiasi crostaceo o rettile. Gli animali permessi sono quelli che hanno lo zoccolo fesso, cioè spaccato in due parti (come la mucca, il vitello, la pecora, la capra...) e che sono ruminanti. Sono permessi tutti quelli provvisti di pinne e squame (come la trota, il salmone, il tonno, il merluzzo, le acciughe, la sogliola, la cernia, la platessa ecc).
Garanzia
Per i consumatori di cultura ebraica si tratta di una garanzia circa il rispetto dei requisiti KOSHER di prodotti e servizi e di una dimostrazione di attenzione da parte delle Aziende verso le proprie esigenze.
Estensione del mercato
Per le aziende produttrici i vantaggi della Certificazione KOSHER riguardano: l'ampliamento del proprio mercato di riferimento sia interno, che esterno, il miglioramento delle relazioni nella propria catena di fornitura, venendo incontro alle esigenze dei distributori locali.
bt_bb_section_bottom_section_coverage_image
I PASSAGGI

Iter
di certificazione

La certificazione Kosher si ottiene a seguito di un iter di controllo da parte di un ente rabbinico specializzato che supervisiona la produzione di un alimento al fine di garantire che esso è kosher, ossia conforme alle regoli alimentari ebraiche
In generale la supervisione si concentra su due aspetti:

  • Ingredienti: tutti gli ingredienti e sotto ingredienti impiegati in un prodotto devono essere kosher;
  • Impianti di lavorazione: essi devono essere kosher e non possono essere impiegati, se non debitamente Kosherizzati in caso di lavorazioni alternate.

L’iter di certificazione ha inizio con la creazione di un elenco scritto degli ingredienti kosher che possono essere impiegati nello stabilimento e prosegue con l’approvazione del processo di produzione.

Un rappresentante del rabbino o dell’ente rabbinico in questione effettua frequenti e regolari visite nello stabilimento senza preavviso, allo scopo di verificare che non ci siano stati cambiamenti che possano compromettere il suo stato di kosher.

http://sicert.net/wp-content/uploads/2019/04/img-faq-1.png

Domande
Frequenti

Un elenco delle principali domande che ci pongono rispetto alla certificazione
Perché è necessario un rabbino per la supervisione kosher?

Le leggi del kosher sono basate su migliaia di opere scritte nel corso dei due millenni passati. Un rabbino è per definizione esperto in questo vastissimo campo di conoscenza ed è opportunamente preparato ad applicare tali antiche tradizioni alle attuali esigenze della moderna tecnologia alimentare.

Perché non basterebbe che il consumatore legga la lista degli ingredienti stampata sulla confezione?

I vari prodotti alimentari contengono ingredienti che possono essere kosher o non kosher a seconda dell’origine, ad esempio la glicerina può essere sia di origine animale che vegetale. Inoltre, molti ingredienti contengono componenti che non sono indicate nell’etichetta, ad esempio gli aromi sono composti da decine di ingredienti ma solo la parola “AROMI” compare sull’etichetta. Tali ingredienti, che non sono indicati sull’etichetta, possono rendere l’intero prodotto non kosher. Infine, il prodotto può essere stato fabbricato con attrezzatura non kosher.

INTERESSATO ALLA CERTIFICAZIONE?Contattaci!

Compila il form per avere maggiori informazioni oppure...
SI Cert GroupSI Cert S.A.G.L
IDI CHE-101.575.373
SI Cert GroupSI Cert Italy S.r.l.
Partita IVA 05808840655
SI Cert GroupSI Cert Training Center S.r.l.s.
Partita IVA 05808880651

Copyright by SI Cert All rights reserved.

Copyright by SI Cert All rights reserved.