Visita le nostre pagine

Attestazione di conformità UNI EN ISO 14021:2016

L’ attestazione di conformità UNI EN ISO 14021:2016 è una norma internazionale, che specifica i requisiti per le asserzioni ambientali auto-dichiarate, comprese dichiarazioni, simboli e grafica relativi ai prodotti. 

ETICHETTE E DICHIARAZIONI AMBIENTALI – ASSERZIONI AMBIENTALI AUTO-DICHIARATE (ETICHETTATURA AMBIENTALE DI TIPO II)

IL CONTESTOLa Norma
UNI EN ISO 14021:2016

La ISO 14021:2016 specifica i requisiti per le asserzioni ambientali auto-dichiarate, comprese dichiarazioni, simboli e grafica relativi ai prodotti. La ISO 14021:2016 descrive termini selezionati e generalmente utilizzati nelle asserzioni ambientali e indica i requisiti per il loro utilizzo. La ISO 14021:2016descrive inoltre una metodologia generale di valutazione e verifica per le asserzioni ambientali auto-dichiarate e una valutazione specifica e specifici metodi di valutazione e verifica per le asserzioni selezionate nella presente norma internazionale.

IL CONTESTO
La Norma ISO 14021:2016 specifica i requisiti per le asserzioni ambientali auto-dichiarate, comprendendo dichiarazioni, simboli e grafici riguardante i prodotti. Descrive i termini selezionati utilizzati comunemente nelle asserzioni ambientali e fornisce le qualifiche per il loro utilizzo. La ISO 14021:2016 descrive inoltre una metodologia generale di valutazione e verifica per le asserzioni ambientali auto-dichiarate e i metodi specifici di valutazione e verifica per le asserzioni selezionate nella norma. La ISO 14021:2016 prevede dichiarazioni ecologiche che riportano informazioni ambientali dichiarate da parte di produttori, importatori o distributori di prodotti, senza che vi sia l’intervento di un organismo indipendente di certificazione.

Il percorso di “Convalida dell’Asserzione Ambientale” è semplificato per quelle aziende che già sono in possesso di un sistema di gestione ISO 9001 e ISO 14001.
Attestazione di conformità

Informazioni e vantaggi

L’informazione sulle caratteristiche dei prodotti assume un ruolo fondamentale per rendere effettiva la capacità dei consumatori (pubblici e privati) di orientamento del mercato verso prodotti dalle migliori prestazioni ambientali.

Esistono tre tipi di etichetta:

TIPI DI DICHIARAZIONE Un produttore può scegliere tra vari tipi di “Dichiarazione Ambientale”, che gli permettono di fornire delle informazioni su prestazioni ambientali senza entrare in merito alla rispondenza a requisiti. Secondo la classificazione e descrizione delle etichette e delle dichiarazioni ambientali della norma ISO 14020, si possono distinguere tre tipologie di etichettature/dichiarazioni ecologiche:

1º TIPO (ISO 14024) Etichette ecologiche volontarie sottoposte a certificazione esterna (o di parte terza). Sono basate su un sistema multicriteria che considera l’intero ciclo di vita del prodotto. I criteri fissano dei valori soglia, da rispettare per ottenere il rilascio del marchio. L’organismo Competente per l’assegnazione del marchio può essere pubblico o privato.

2º TIPO (ISO 14021) Etichette e dichiarazioni ecologiche che riportano informazioni ambientali dichiarate da parte di produttori, importatori o distributori di prodotti, senza che vi sia l’intervento di un organismo indipendente di certificazione (tra le quali: ”Riciclabile”, “Compostabile”, ecc.). La norma prevede comunque una serie di vincoli da rispettare sulle modalità di diffusione e i requisiti sui contenuti dell’informazione.

3º TIPO (ISO 14025) Dichiarazioni ecologiche (ad esempio, “Dichiarazioni Ambientali di Prodotto” o EPD "Environmental Product Declaration") che riportano informazioni basate su parametri stabiliti e di tipo quantitativo che riportano una quantificazione degli impatti ambientali associati al ciclo di vita del prodotto calcolati attraverso un sistema LCA. Questo tipo di dichiarazione è soggetto a un controllo indipendente.
Preservazione
Contribuisce alla riduzione degli sprechi e del consumo di energia
Efficacia
Consente una gestione dei processi più efficiente, riducendo quindi i costi di gestione
Sostenibilità
Migliora la competitività mediante una gestione sostenibile
Opportunità commerciali
Amplia le opportunità commerciali e assicura il rispetto dei requisiti legislativi in ambito ambientale
Adeguatezza del Sistema
Consente di raggiungere e mantenere la conformità
Confidenza
Aumenta la fiducia dei clienti
bt_bb_section_bottom_section_coverage_image
I PASSAGGI

Iter
di certificazione

Le fasi principali del percorso di certificazione comprendono:

  • Audit di certificazione: composta da due fasi (una verifica documentale e ispezione iniziale della fabbrica e del sistema di controllo della produzione in fabbrica) per la verifica della conformità del sistema rispetto la norma di riferimento ed emissione del certificato;
  • Audit di sorveglianza annuali: eseguita con cadenza annuale al fine di verificare il mantenimento della conformità ai requisiti dello standard ed il miglioramento continuo;
  • Il certificato non ha scadenze di validità. Tuttavia, annualmente l’azienda viene sottoposta a sorveglianza con l’obiettivo di riconfermare l’efficacia del certificato.

Al termine di ogni Audit all’azienda viene consegnato un rapporto chiaro e completo, che permette di migliorare costantemente controllo dei processi e l’orientamento al miglioramento continuo.

certificazione iso 14001

Domande
Frequenti

Un elenco delle principali domande che ci pongono rispetto alla certificazione
Quali argomenti trattano le norme ambientali della serie ISO 14000?

Le principali aree riguardano:

  • sistemi di gestione ambientale – verifica ambientale
  • norme sull’etichettatura ambientale – valutazione delle prestazioni ambientali valutazione del ciclo di vita – comunicazione ambientale
  • monitoraggio dei gas ad effetto serra
Le correlazioni tra il Modello 231 e la nuova ISO 14001:2015

Gli elementi di contatto tra Modello Organizzativo e Sistema di Gestione Ambientale sono stati sintetizzati da Assolombarda nella dispensa dal titolo “Il Sistema di Gestione ISO 14001 ed EMAS nella prevenzione dei reati ambientali ex d.lgs. n. 231/2001” disponibile a questo link

Qual è lo scopo del requisito per determinare "rischi e opportunità"?

ISO / TC 207 / SC 1 / WG 5 ha convenuto che:

I “rischi e le opportunità” sono più che rischi ambientali (cioè legati all’aria, all’acqua, alla terra, alle risorse naturali, ecc.) E possono derivare da altre questioni non ambientali che comportano rischi. “Rischi e opportunità” NON sono sempre rilevanti per lo SME; solo se possono influenzare lo scopo dell’organizzazione e i risultati attesi dell’EMS. l’intento è quello di determinare e affrontare i rischi e le opportunità associati al contesto organizzativo (cioè “problemi” da 4.1 e 4.2 che hanno il potenziale per (i) effetti negativi (rischi) o (ii) effetti benefici (opportunità) per i risultati attesi del sistema di gestione ambientale e di utilizzare questa conoscenza come uno degli input per la definizione delle priorità di rischi (minacce) e opportunità. non vi è alcun requisito per un processo di gestione del rischio prescrittivo nello standard. Ulteriori indicazioni sui rischi e le opportunità sono fornite nell’allegato, A.6.1.

Ulteriori informazioni sulla ISO 14001: 2015 sono disponibili sul sito del comitato tecnico ISO/TC 207/SC 1 a questo link

INTERESSATO ALLA CERTIFICAZIONE?Contattaci!

Compila il form per avere maggiori informazioni oppure...

    INTERESSATO ALLA CERTIFICAZIONE?Contattaci!

    Compila il form per avere maggiori informazioni oppure...

      SI Cert GroupSI Cert S.A.G.L
      IDI CHE-101.575.373
      SI Cert GroupSI Cert Italy S.r.l.
      Partita IVA 05808840655
      SI Cert GroupSI Cert Training Center S.r.l.s.
      Partita IVA 05808880651

      Copyright by SI Cert All rights reserved.

      Copyright by SI Cert All rights reserved.