Visita le nostre pagine

Operatori di ristoranti e bar durante il Covid-19 - SI Cert

Aprile 26, 2021by redazione0

Operatori di ristoranti e bar durante il Covid-19

Man mano che ristoranti e bar riprendano e continuino le operazioni, il CDC offre le seguenti considerazioni su come gli operatori possano ridurre il rischio per dipendenti, clienti e comunità, e rallentare la diffusione di COVID-19.

Ristoranti e bar possono determinare, con la collaborazione di funzionari sanitari statali, locali e territoriali, se e come queste considerazioni possano essere attuate, e se è necessario apportare modifiche in base alle esigenze e alle circostanze della comunità locale.

L’implementazione deve essere guidata da ciò che è possibile, accettabile e necessario in ciascuna comunità. Queste considerazioni intendono completare, – non sostituire – qualsiasi legge, norma e regolamento in materia di salute e sicurezza statale, locale e territoriale a cui le aziende devono attenersi.

Principi guida da considerare

Più una persona interagisce con altri individui e più lunga è l’interazione, maggiore è il rischio di diffondere il COVID-19. Le mascherine possono ridurre il rischio di diffusione del COVID-19 se i clienti e i dipendenti le indossano in modo coerente, soprattutto quando le misure di allontanamento sociale sono difficili da mantenere.

Il rischio di diffusione del COVID-19 aumenta nell’ambiente del ristorante o del bar con l’aumentare dell’interazione con altre persone entro 6 piedi di distanza, come descritto di seguito. Le mascherine possono ridurre il rischio di diffusione di COVID-19 se utilizzate in uno qualsiasi di questi scenari di rischio.

  • Rischio più basso: il servizio di ristorazione è limitato al servizio al banco, consegna, asporto e ritiro a bordo strada.
  • Più rischi: servizio di finestra, consegna, asporto e ritiro dal marciapiede consigliato. Il servizio di ristorazione in loco è limitato a servire all’aperto. La capacità dell’area dovrebbe essere ridotta in modo che i tavoli siano distanti almeno 6 piedi l’uno dall’altro.
  • Rischio più alto: possibilità di mangiare sul posto con una minore capacità di posti a sedere al coperto, in modo che i tavoli siano distanti almeno 6 piedi. E / o la capacità di mangiare in loco con posti a sedere all’aperto, ma con le tabelle che sono almeno sei piedi a parte.
  • Rischio più alto: possibilità di mangiare sul posto con posti a sedere al coperto. La capacità dell’area interna non è ridotta e i tavoli non sono distanti almeno 6 piedi l’uno dall’altro.

COVID-19 si diffonde principalmente quando le persone sono fisicamente vicine (entro 6 piedi) a una persona con COVID-19 o hanno un contatto diretto con quella persona. Quando le persone con COVID-19 tossiscono, starnutiscono, cantano, parlano o respirano, producono goccioline respiratorie.

Le infezioni si verificano principalmente attraverso l’esposizione a goccioline respiratorie quando una persona è a stretto contatto con qualcuno con COVID-19.

Ci sono prove che, in determinate condizioni, le persone con COVID-19 potrebbero aver infettato altre persone che si trovavano a più di 6 piedi di distanza. Questa è chiamata trasmissione aerea. 

Queste trasmissioni sono avvenute all’interno di spazi ristretti con ventilazione inadeguata. I dati disponibili indicano che è molto più comune per il virus che causa la diffusione del COVID-19 attraverso lo stretto contatto con una persona con COVID-19, che attraverso la trasmissione per via aerea.

Le goccioline respiratorie possono anche depositarsi su superfici e oggetti. È possibile che una persona contragga il COVID-19 toccando una superficie o un oggetto su cui è presente il virus e quindi toccandosi la bocca, il naso o gli occhi. La diffusione attraverso il contatto con superfici contaminate non è ritenuta un modo comune di diffondere COVID-19.

Fortunatamente, ci sono una serie di misure che gli operatori di ristoranti e bar possono intraprendere per ridurre il rischio di esposizione a COVID-19 e la sua diffusione!

Le pratiche di prevenzione personale (come lavarsi le mani, stare a casa in caso di malattia e indossare le mascherine) e le pratiche di prevenzione sul posto di lavoro, come la pulizia e la disinfezione dell’ambiente, sono principi importanti per prevenire la diffusione di COVID -19.

Incoraggia comportamenti che riducano la diffusione del virus

Ristoranti e bar possono implementare varie strategie che riducano la diffusione di COVID-19 tra dipendenti e clienti.

  • Resta a casa quando è opportuno
    • Istruire i dipendenti in modo che sappiano quando devono restare a casa e quando possono tornare al lavoro.
      • Incoraggiare attivamente i dipendenti che sono malati o che sono stati di recente a stretto contatto con una persona affetta da COVID-19 a rimanere a casa. Creare politiche che incoraggino i lavoratori malati a rimanere a casa (ad esempio, durante il congedo per malattia) senza timore di ritorsioni, e assicurarsi che i dipendenti siano a conoscenza di queste politiche.
      • I dipendenti dovrebbero rimanere a casa se sono risultati positivi al COVID-19 o presentano sintomi.
      • Anche i dipendenti che hanno avuto di recente uno stretto contatto con una persona infetta da COVID-19 dovrebbero rimanere a casa e monitorare la propria salute.
      • I criteri CDC possono aiutare a determinare quando i dipendenti possono tornare al lavoro:
        • Se si sono ammalati a causa di COVID-19
        • Se hanno avuto recentemente uno stretto contatto con una persona con COVID-19
  • Mascherine
    Il CDC raccomanda l’uso di maschere per ridurre il rischio di diffusione di COVID-19. Attualmente, l’uso di mascherine da parte di dipendenti e clienti è consigliato il più possibile quando non mangiano o bevono, e quando è difficile mantenere misure di allontanamento sociale. Queste mascherine hanno lo scopo di proteggere le altre persone nel caso in cui chi le indossa sia infetto. Non sono sostituti idonei per le mascherine che i lavoratori indossano come parte dei dispositivi di protezione individuale (DPI), come maschere chirurgiche o respiratori.

    • Considera l’idea di richiedere a tutto il personale di indossare mascherine appropriate. Le mascherine sono particolarmente importanti quando è difficile mantenere il distacco fisico. Devono essere fornite informazioni ai dipendenti sul corretto utilizzo, rimozione e lavaggio.
      • Nota: le mascherine non devono essere applicate a:
        • Neonati e bambini sotto i 2 anni
        • Persone che hanno difficoltà a respirare o sono incoscienti
        • Persone disabili o che per qualsiasi motivo non possono rimuovere la mascherina senza aiuto
      • I dipendenti dovrebbero evitare di toccare la mascherina mentre la indossano. I dipendenti devono lavarsi le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi dopo aver toccato il viso con la mascherina.
  • Protocollo di igiene delle mani e igiene respiratoria
    • Richiedere ai dipendenti di lavarsi le mani frequentemente (ad es. Prima, durante e dopo la preparazione del cibo; dopo aver maneggiato la spazzatura) con acqua e sapone per almeno 20 secondi e aumentare il monitoraggio per assicurarsi che sia fatto. Rispettare i protocolli.
    • Assicurati che i dipendenti indossino i guanti quando svolgono queste attività:
      • Rimuovere i sacchi della spazzatura e maneggiare o smaltire i rifiuti
      • Manipolazione di piatti usati o sporchi
      • Pulire e disinfettare tutti i tipi di superfici: Leggere e seguire le indicazioni sull’etichetta per garantire un uso sicuro ed efficace del disinfettante.
    • I dipendenti devono sempre lavarsi le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi dopo aver tolto i guanti.
    • Incoraggia i dipendenti a coprirsi la bocca e il naso con un fazzoletto quando tossiscono e starnutiscono (o all’interno del gomito). I fazzoletti usati devono essere gettati via e le mani devono essere lavate immediatamente con acqua e sapone per almeno 20 secondi.
    • Se l’acqua e il sapone non sono disponibili per il lavaggio delle mani, utilizzare un disinfettante per le mani che contenga almeno il 60% di alcol.
    • I dipendenti dovrebbero evitare di toccarsi occhi, naso e bocca con mani o guanti sporchi.
  • Forniture adeguate
    • Garantire la disponibilità di scorte adeguate per promuovere buone abitudini igieniche. Le forniture includono sapone, disinfettante per le mani contenente almeno il 60% di alcol (a ogni tavolo, se ce n’è abbastanza), tovagliette di carta per le mani, fazzoletti, salviettine igienizzanti, mascherine per il viso (ove possibile) e bidoni della spazzatura a pedale o che non richiedano il contatto con le mani.
  • Poster e messaggi
    • Considera l’idea di affiggere cartelli in luoghi ben visibili (come ingressi e servizi igienici) che incoraggino le misure di protezione quotidiana come icone sia per i dipendenti che per i clienti, descrivendo come fermare la diffusione di germi attraverso un corretto uso delle mascherine e un corretto lavaggio delle mani.
    • Includere messaggi (ad esempio, video) sui comportamenti che impediscono la diffusione di COVID-19 durante la comunicazione con fornitori, membri del personale e clienti (ad esempio su siti Web aziendali, e-mail e account di social media).
    • Comunicare le misure preventive che il ristorante o il bar sta adottando e tutte le modifiche che si verificano nei protocolli su siti Web commerciali, e-mail e account di social media.
    • Trova risorse digitali e stampabili CDC gratuite nella pagina Bar e ristoranti, nonché nella pagina delle risorse di comunicazione principale del CDC.

Mantieni un ambiente sano

Ristoranti e bar possono attuare varie strategie per mantenere ambienti sani.

  • Pulizia e disinfezione
    • Pulire e disinfettare le superfici toccate frequentemente (p. Es., Maniglie delle porte, registratori di cassa, postazioni di lavoro, rubinetti del lavandino, bancarelle dei bagni) almeno quotidianamente e il più possibile. Pulisci gli oggetti condivisi (es. Terminali di pagamento, tavoli, banconi / bar, vassoi per scontrini, condimenti) ogni volta che vengono utilizzati.
      • Rispettare le leggi, i regolamenti e gli standard vigenti in materia di sicurezza.
      • Utilizzare prodotti che soddisfino i criteri di igienizzazione EPA e che siano adatti alla superficie. Lasciare che il disinfettante agisca sulla superficie per il tempo di contatto consigliato dal produttore. Leggere e seguire sempre le indicazioni sull’etichetta per garantire un uso sicuro ed efficace del prodotto.
      • Durante la pulizia e la disinfezione, indossare guanti adatti al disinfettante che si sta utilizzando. Potrebbe anche essere necessario un equipaggiamento protettivo personale.
      • Stabilire una routine di disinfezione e formare il personale su procedure e periodi di pulizia adeguati per garantire un’applicazione sicura e corretta dei disinfettanti.
      • Lavare, risciacquare e disinfettare le superfici a contatto usate o sporche dagli alimenti con disinfettanti per superfici a contatto approvati dall’EPA. Se è necessario, disinfettare una superficie a contatto con gli alimenti per qualsiasi motivo specifico, come la pulizia del sangue o altri fluidi corporei, o la pulizia profonda per una probabile contaminazione da SARS-CoV-2, seguire questa procedura: lavare, sciacquare e disinfettare la superficie con un contatto alimentare approvato prodotto come indicato sull’etichetta.
      • Assicurarsi che non rimangano residui di prodotti per la pulizia o la disinfezione sulle superfici del tavolo. Questi prodotti possono causare reazioni allergiche o qualcuno può ingerire sostanze chimiche.
    • Creare un programma per aumentare le attività di pulizia e igienizzazione di routine.
    • Garantire l’applicazione sicura e corretta dei disinfettanti e la loro corretta conservazione per evitare la contaminazione degli alimenti e danni alla salute dei dipendenti o di altre persone. Ciò include la conservazione dei prodotti fuori dalla portata dei bambini.
    • Indossare guanti per rimuovere i sacchi della spazzatura e per gestire e smaltire i rifiuti. Lavarsi le mani quando si rimuovono i guanti.
  • Oggetti condivisi
    • Evita di condividere oggetti difficili da pulire o disinfettare.
    • Limita la condivisione di cibo, strumenti, attrezzature o forniture da parte dei membri del personale.
    • Garantire scorte adeguate per evitare la necessità di condividere il più possibile materiali di contatto frequenti (ad esempio, cucchiai da portata) o limitare l’uso di forniture e attrezzature a un solo gruppo di lavoratori alla volta, pulirli e disinfettarli dopo ogni utilizzo.
    • Evita di utilizzare o condividere articoli riutilizzabili, come menu, condimenti e altri contenitori per alimenti. Invece, usa menu usa e getta o digitali (menu che possono essere visualizzati sui telefoni cellulari), condimenti monodose, bidoni e porte della spazzatura senza contatto.
    • Se disponibile, utilizza metodi di pagamento contactless ove possibile. Chiedere ai clienti e ai dipendenti di scambiare contanti o carte attraverso i vassoi delle ricevute o il contatore anziché passarli a mano per evitare il contatto diretto. Pulire e disinfettare le superfici toccate di frequente, come i controsoffitti o le superfici dure, dopo ogni utilizzo. Se sono necessarie penne, disinfettarle tra un utilizzo e l’altro e / o incoraggiare i clienti a utilizzare la propria penna.
    • Usa stoviglie e utensili usa e getta (p. Es., Piatti, bicchieri, posate, tovaglioli, tovaglie). Se non è possibile o desiderabile utilizzare articoli monouso, assicurarsi che le stoviglie non monouso usate o sporche siano maneggiate con guanti e lavate, risciacquate e igienizzate in conformità con i requisiti di sicurezza alimentare. Cambia e lava la biancheria (tovaglioli e tovaglie) dopo che ogni cliente la usa. I dipendenti devono lavarsi le mani non appena si tolgono i guanti o dopo aver maneggiato utensili o stoviglie usati.
    • Evita di usare utensili da cucina o contenitori portati dai clienti.
  • Ventilazione
    Come accennato in precedenza, i dati disponibili indicano che è molto più comune per il virus che causa la diffusione del COVID-19 attraverso il contatto ravvicinato con una persona con COVID-19 che attraverso la trasmissione per via aerea. Ci sono prove che, in determinate condizioni, le persone con COVID-19 potrebbero aver infettato altre persone che si trovavano a più di 6 piedi di distanza. Questa è chiamata trasmissione aerea. Queste trasmissioni avvengono in spazi ristretti con ventilazione inadeguata. In generale, stare all’aperto e in spazi ben ventilati riduce il rischio di esposizione al virus che causa COVID-19.

    • Assicurarsi che i sistemi di ventilazione funzionino correttamente e aumentare il più possibile la circolazione dell’aria proveniente dall’esterno, ad esempio quando si aprono porte e finestre e si dà la priorità all’ubicazione dei tavoli all’esterno. Non aprire porte e finestre se ciò rappresenta un rischio per la salute o la sicurezza (ad es. Rischio di caduta o rischio di provocare sintomi di asma) di clienti o dipendenti.
    • Valutare la possibilità di migliorare i controlli tecnici attraverso l’uso del sistema di ventilazione dell’edificio. Consultare professionisti specializzati in riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria (HVAC) quando si valutano le modifiche ai sistemi e alle apparecchiature HVAC. Ciò può includere le seguenti attività o alcune di esse:
      • Aumentare la circolazione totale dell’aria negli spazi occupati, ove possibile.
      • Aumentare la ventilazione verso l’esterno, con cautela nelle aree ad alta contaminazione. Con una minore occupazione nell’edificio, ciò aumenta l’effettiva diluizione della ventilazione per persona.
      • Disabilitare i controlli di ventilazione su richiesta (DCV) che riducono la fornitura d’aria in base all’occupazione o alla temperatura durante le ore di occupazione.
      • Aprire i regolatori di minima aria esterna per ridurre o eliminare il ricircolo dell’aria dai sistemi HVAC, se possibile. Se il clima è mite, ciò non influirà sul comfort termico o sull’umidità. Tuttavia, può essere difficile implementarlo in climi freddi, caldi o umidi.
      • Migliora la filtrazione dell’aria centrale a MERV-13 o all’impostazione più alta possibile senza ridurre in modo significativo il design del flusso d’aria.
    • Ispezionare l’alloggiamento e i portafiltri per garantire il corretto posizionamento del filtro, e controllare se necessario per ridurre le perdite.
    • Controllare i filtri per assicurarsi che rientrino nella loro vita utile e siano installati correttamente.
    • Considerare di far funzionare il sistema HVAC con il flusso d’aria esterno massimo per 2 ore prima e dopo le ore di occupazione.
  • Sistemi idrici
    • Per ridurre al minimo il rischio di legionella e altre malattie legate all’acqua, adottare misure per garantire la sicurezza di tutte le fonti e i sistemi idrici (ad esempio rubinetti, fontane decorative, fontanelle) dopo la chiusura prolungata dello stabilimento.
  • Modifica di disposizioni e procedure
    • Modificare i layout del bar e del ristorante per garantire che tutti i gruppi di clienti mantengano una distanza di almeno 6 piedi (ad esempio, quando si rimuovono tavoli / sgabelli / sedie o si contrassegnano tavoli / sgabelli / sedie che non possono essere utilizzati).
    • Limitare la capacità di sedersi per promuovere distanziamento sociale.
    • Offri il servizio di finestra, il ritiro dal marciapiede o le opzioni di consegna a domicilio, a seconda dei casi. Dai la priorità all’occupazione dei tavoli all’aperto il più possibile.
    • Chiedere ai clienti di aspettare in macchina o lontano dallo stabilimento mentre aspettano che venga servito un tavolo o che prenda il cibo. Informare i clienti sui protocolli di ristorazione e ritiro in loco tramite poster e il sito web aziendale.
    • Evita l’affollamento nelle aree di attesa utilizzando app del telefono, messaggi di testo o segnali che avvisano i clienti quando i loro tavoli sono disponibili. Evita di utilizzare allarmi o “cicalini” o altri oggetti condivisi.
    • Considera le opzioni per i clienti di preordinare ciò che vogliono mangiare per limitare la quantità di tempo che trascorrono nello stabilimento.
    • Evita di offrire cibo o bevande self-service, come un buffet, un buffet di insalate o un servizio di bevande. Ciò limita l’uso di utensili, maniglie, pulsanti o touch screen condivisi e aiuta i clienti a rimanere seduti e ad almeno 6 piedi di distanza da persone che non vivono nella tua casa.
  • Guide e barriere fisiche
    • Installare barriere fisiche come protezioni o divisori, soprattutto nelle aree in cui è difficile per le persone mantenere una distanza di almeno 6 piedi. Le barriere possono essere utili nelle cucine dei ristoranti e presso i registratori di cassa, le reception o le aree di prelievo del cibo poiché spesso è difficile mantenere una distanza di almeno 6 piedi in questi luoghi.
    • Fornire segnali fisici come nastro adesivo su pavimenti o marciapiedi e segnaletica per garantire che le persone si mantengano a una distanza di almeno 6 piedi l’una dall’altra. Considera l’idea di fornire queste guide dove si formano le linee, in cucina e al bancone del bar.
  • Spazi comuni
    • Se possibile, chiudere gli spazi ad uso comune come le sale relax; in caso contrario, l’uso intervallato richiede l’uso di mascherine, pulire e disinfettare le superfici tra gli usi.
    • Creare politiche per proteggere la privacy delle persone più a rischio di malattie gravi in conformità con le leggi e le normative vigenti in materia di privacy e riservatezza.

Mantieni operazioni sane

Bar e ristoranti possono prendere in considerazione l’implementazione di varie strategie per mantenere un funzionamento sano.

  • Protezioni per i dipendenti ad alto rischio di malattie gravi da COVID-19
    • Offrire opzioni ai dipendenti che corrono un rischio maggiore di ammalarsi gravemente (come gli anziani e le persone di tutte le età con determinate condizioni di base) per limitare il rischio di esposizione (ad esempio, responsabilità lavorative modificate come la gestione delle scorte invece di lavorare come cassiere o gestire compiti amministrativi attraverso il telelavoro).
    • Crea criteri per proteggere la privacy delle persone maggiormente a rischio di malattie gravi in conformità con le leggi e le normative vigenti in materia di privacy e riservatezza.
  • Consapevolezza normativa
    • Considera le politiche e le raccomandazioni statali o locali relative alle congregazioni o alle riunioni di gruppo quando stabilisci se un evento può essere organizzato.
  • Turni rotanti o sfalsati e posti a sedere separati
    • Ruota o sfalsa i turni per limitare il numero di dipendenti nel ristorante o nel bar allo stesso tempo.
    • Scaglionare o limitare gli orari dei pasti per ridurre al minimo il numero di clienti all’interno dello stabilimento.
    • Se possibile, rendere gli spazi di lavoro (ad esempio, tramite telelavoro) e gli orari (ad esempio, turni sfalsati) più flessibili per aiutare a implementare politiche e pratiche di distanziamento sociale (mantenere una distanza di circa 6 piedi) tra i dipendenti e gli altri, specialmente se le autorità sanitarie statali e locali raccomandare l’allontanamento sociale.
  • Congregazioni
    • Evita eventi di gruppo, congregazioni o raduni dove non è possibile mantenere una distanza di almeno 1,8 metri tra persone che non vivono nella stessa casa. 
  • Viaggi e trasporti pubblici
    • Incoraggiare i dipendenti a utilizzare opzioni di trasporto che riducano al minimo il contatto ravvicinato con gli altri (ad esempio, camminare o andare in bicicletta, guidare da soli o solo con i membri della famiglia).
    • Per i dipendenti che si recano al lavoro con i mezzi pubblici o in carpooling:
      • Chiedere ai dipendenti di seguire la guida CDC su come proteggersi durante l’utilizzo dei mezzi di trasporto e di indossare una mascherina sui mezzi pubblici.
      • Chiedi loro di lavarsi le mani il prima possibile dopo il viaggio.
      • Considera l’idea di consentire ai dipendenti di modificare l’orario in modo che possano spostarsi durante le ore non di punta.
  • Punto di contatto designato per COVID-19
    • Designare un membro del personale di ogni turno responsabile della risposta ai problemi relativi a COVID-19. Tutti i membri del personale dovrebbero sapere chi è questa persona e come contattarli.
  • Sistema di comunicazione
    • Implementare sistemi per:
      • In conformità con la legge applicabile e le politiche sulla privacy,  chiedi al personale di riferire al punto di contatto della struttura se hai sintomi di COVID-19, risultato positivo per COVID-19 o sei stato esposto a qualcuno con COVID-19 negli ultimi 14 giorni, secondo i regolamenti sullo scambio di informazioni sanitarie per COVID-19.
      • Informare il personale, i clienti e il pubblico in merito alla chiusura di attività e alle restrizioni imposte per limitare l’esposizione a COVID-19 (ad es. Orario limitato).
  • Politiche di licenza (resto)
    • Attuare politiche e pratiche flessibili per i congedi per malattia che consentono ai dipendenti di rimanere a casa se sono malati, sono stati esposti al virus o hanno bisogno di prendersi cura di una persona malata.
      • Analizzare e rivedere le politiche di congedo, telelavoro e retribuzione dei dipendenti
      • Le politiche di congedo dovrebbero essere flessibili e non punitive, ovvero non dovrebbero penalizzare i dipendenti per l’assenza e dovrebbero consentire ai dipendenti malati di rimanere a casa e lontani dai colleghi. Le politiche di congedo dovrebbero anche considerare i dipendenti che devono rimanere a casa con i propri figli se ci sono chiusure di scuole o programmi di assistenza all’infanzia, o se devono prendersi cura di familiari malati.
    • Crea criteri per tornare al lavoro dopo essere stati infettati da COVID-19. I criteri CDC per la sospensione dell’isolamento domestico possono essere utilizzati per creare queste politiche.
  • Piano di riserva del personale
    • Monitora l’assenteismo dei dipendenti, forma il personale per svolgere varie attività e crea un elenco di personale di riserva.
  • Formazione del personale
    • Formare tutti i dipendenti sulle misure di sicurezza.
    • Partecipa a corsi di formazione virtuali o assicurati che le distanze sociali siano rispettate durante l’allenamento.
  • Riconoscimento di segni e sintomi
    • Eseguire controlli sanitari quotidiani (ad es. Monitoraggio della temperatura e / o monitoraggio dei sintomi ) del personale in modo sicuro e rispettoso e in conformità con le leggi e le normative vigenti in materia di privacy.
      • Considera l’idea di utilizzare i metodi di valutazione di esempio nelle Domande frequenti per gli affari generali del CDC come guida.
  • Supporto e resilienza 
    • Promuovere buone abitudini alimentari tra i dipendenti e dedicare tempo all’esercizio fisico, al sonno e al relax.
    • Incoraggia i dipendenti a parlare con qualcuno di cui si fidano delle loro preoccupazioni e di come si sentano.

Preparati nel caso in cui i dipendenti si ammalino

Ristoranti e bar possono implementare varie strategie di preparazione in caso qualcuno si ammali.

  • Fornire ai dipendenti malati criteri per l’isolamento domestico
    • Informare i dipendenti malati che non dovrebbero tornare al lavoro fino a quando non soddisfano i criteri CDC per la sospensione dell’isolamento domestico.
  • Isolare e trasferire i malati
    • Assicurati che i dipendenti sappiano di non andare al lavoro se sono malati e di informare il loro direttore, manager o altro punto di contatto COVID-19 designato se si ammalano e hanno sintomi COVID-19 , risultato positivo al test di screening COVID-19 o sono stati esposti a una persona con COVID-19 o qualcuno con i sintomi di COVID-19 o un caso confermato o sospetto.
    • Isolare immediatamente dipendenti o clienti con sintomi di COVID-19 (p. Es., Febbre, tosse, mancanza di respiro). Le persone malate dovrebbero tornare a casa o in una struttura sanitaria, a seconda della gravità dei loro sintomi, e seguire le indicazioni del CDC per prendersi cura di se stesse e degli altri che sono malati.
  • Pulizia e disinfezione
    • Chiudere le aree utilizzate dal malato e impedire l’uso di queste aree fino a quando non saranno pulite e disinfettate.  
    • Attendere almeno 24 ore prima di pulire e igienizzare. Se non puoi lasciar passare 24 ore, aspetta il più a lungo possibile. Assicurati di utilizzare e conservare in modo sicuro e corretto i prodotti per la pulizia e l’igienizzazione.
  • Informare i funzionari sanitari e stretti contatti
    • In conformità con le leggi statali, territoriali e locali, gli operatori di ristoranti e bar devono informare immediatamente i funzionari sanitari della loro giurisdizione e il personale appropriato di qualsiasi caso COVID-19 tra i dipendenti allo stesso tempo. Che preservi la riservatezza ai sensi dell’Americans with Disabilities Act ( ADA)icona del sito esterno.
    • Consigliare a coloro che hanno avuto uno stretto contatto con una persona con diagnosi di COVID-19 di rimanere a casa e monitorare la loro salute per i sintomi e di seguire la guida del CDC se sviluppano i sintomi della malattia. I lavoratori delle infrastrutture critiche possono fare riferimento alla guida CDC per i lavoratori delle infrastrutture critiche , se applicabile.
    • Considera l’idea di collaborare con i funzionari sanitari nella tua giurisdizione per determinare se e come implementare una strategia di test COVID-19 per i dipendenti e quale sarebbe la più appropriata per le tue circostanze.

A tal proposito, in merito al contesto sociale e temporale nel quale stiamo vivendo, leggi la iso 45001 che offriamo alle aziende per certificare il loro impegno sociale nel garantire la salute e la sicurezza sul lavoro!

redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

SI Cert GroupSI Cert S.A.G.L
IDI CHE-101.575.373
SI Cert GroupSI Cert Italy S.r.l.
Partita IVA 05808840655
SI Cert GroupSI Cert Training Center S.r.l.s.
Partita IVA 05808880651

Copyright by SI Cert All rights reserved.

Copyright by SI Cert All rights reserved.